Gruppo Autocoscienza

autocoscienzaL’autocoscienza è una pratica politica autonoma ed inventata dalle donne. Decidere di “fare autocoscienza” significa porsi al centro di un percorso centrato su di sé, ma indissolubilmente legato alla relazione con le altre. Un profondo scambio intellettuale ed emotivo si instaura tra donne che condividono e confrontano le proprie esperienze personali, dialogano attorno a temi di grande risonanza pubblica, ma soprattutto sperimentano una modalità di rapporto fondata sull’ascolto e sul rispetto.
La componente relazionale è un aspetto fondamentale della pratica: solo attraverso un incontro autentico  con l’individualità di altre donne, della storia dei loro percorsi di maturazione personale, e a partire da un  sentimento di accettazione dell’alterità di ciascuna, è possibile percepirsi realmente autonome – un Soggetto autocentrato e consapevole, creativo e affettivo in grado di muoversi nella società maschile forte del proprio   pensiero e delle proprie risorse.

L’autocoscienza è quindi un luogo dove incontrare sé stesse, anche per la prima volta.
Riunirsi attorno a quesiti e interrogativi non sempre facili da affrontare da sole rende le donne protagoniste attive di un discorso in essere che ruota attorno all’identità femminile e al suo ruolo nei confronti di strutture sociali che da sempre vertono sulla centralità dell’uomo e del suo potere (la coppia, la famiglia, l’intera comunità)
Attualmente la Casa ospita il gruppo dal 2014, quando Daniela Pellegrini, protagonista degli avvenimenti  storici del movimento femminista fin dai suoi esordi in Italia e fondatrice con Nadia Riva nel 1981 del Circolo Culturale e Politico delle Donne Cicip & Ciciap, ha proposto che in questa sede le donne tornassero a riunirsi, a discutere, a confrontarsi, a parlare di sé.

Referente: Daniela Pellegrini
mail: autocoscienza@casadonnemilano.it

Guarda l'articolo 18/10: La disobbedienza visiva
...
Guarda l'articolo 12/5: Magie e talenti quotidiani
Ci sono ...