Libr@rsi

Il nome del gruppo “Libr@rsi” parla di noi che abbiamo come passione la lettura e i libri che ci fanno “librare”, nel senso di volare libere negli spazi sconfinati che le parole dicono ed evocano. E sono le parole scritte dalle donne lo “sconfinato” entro cui ci muoviamo: la scrittura come luogo di produzione di senso, consapevolezza, conoscenza e cambiamento. Il nostro non può e non vuole essere un semplice gruppo di lettura, come già ne esistono molti, e altri gruppi di lettura potranno formarsi anche all’interno della Casa. Lavoriamo per preparare eventi di promozione di testi scritti da autrici, cercando di realizzare intorno al libro – o a più libri riferiti allo stesso argomento-  momenti di dibattito reale e partecipato tra le socie, aperti a tutte le donne. Ci impegniamo a leggere i testi che le autrici ci inviano; poi decidiamo come valorizzarli (mediante presentazioni  e/o recensioni, consigli di lettura, inserimento in Bibliomediateca o altro).‘Valorizzare i talenti delle donne’: è uno degli obiettivi della Casa; non dimentichiamo perciò i progetti che mirano a fare emergere le voci di donne, significative e di qualità, che faticano ad avere accesso ai comuni canali di comunicazione.

Il gruppo  ha consentito alla Casa di partecipare a Bookcity 2014.  (col tema “Parole incarnate”) e a Bookcity 2015 col tema  “Donne tra due mondi. Sconfinamenti – Oltre i confini, le vite e le parole per dirle di scrittrici africane e mediorientali”.In tempi di barrieree confini su cui  impatta una marea umana di migranti e di profughi, le donne  hanno sperimentato lo sconfinamento e il dolore  e hanno sempre tentato di creare nuove relazioni . Abbiamo scelto otto scrittrici dell’area africana e mediorientale come testimoni di ciò.

Nel 2016 il nostro evento Bookcity è stato dedicato al dialogo tra due scrittrici, coordinate da Laura Lepetit. Con il titolo Io che mi racconto, tu che mi ascolti hanno partecipato Margherita Giacobino autrice di Ritratto di famiglia con bambina grassa (ed. Mondadori 2015) e Silvana La Spina che ha scritto La continentale (ed. Mondadori 2014).

In occasione di Bookcity 2017 abbiamo fatto dialogare tra di loro Laura Calosso (La stoffa delle donne) e Chiara Rapaccini (Baires) . Per il  Bookcity 2018 abbiamo in programma un evento multimediale intorno al romanzo “Le Muse di Klimt” di Paola Romagnoli, con la collaborazione di Chiara Corio.

Il gruppo  coltiva in modo sistematico  il rapporto con  Bibliomediateca .Prevediamo una collaborazione frequente,  mettendo vicendevolmente a disposizione le funzioni e le competenze di ciascuna. Prevediamo ovviamente  la collaborazione anche con altri gruppi della Casa, pur nella completa autonomia decisionale.

Il gruppo si riunisce normalmente ogni 15 giorni  al giovedì pomeriggio, in alternanza di date  e/o di orario col gruppo Bibliomediateca e presso il locale omonimo.

Referente:Vittoria Longoni.
Mail: librarsi@casadonnemilano.it

Guarda l'articolo Etére e cortigiane nella storia
...